Ladri, Assicurazioni, Lavoro

di Adriano Chiarello Chientibike
mercoledì 23 gennaio 2019

Sorprese sempre meno sorprese!

Certo non è il massimo quando arrivi alle 07.00 a lavoro e trovi tutto sfondato, molta merce acquistata con sacrifici che svanice nel nulla.

Porte rotte, vetri, reti, staccionate tutto distrutto.

Tutti noi che abbiamo a che fare con MTB o E-Bike sappiamo cosa vuol dire, anche purtroppo dei privati sanno cosa significa.

Sembra che tutto il mondo dell'est europa voglia una Bicicletta top di gamma, ma non potendola comprare vengono a rubarle a noi.

Nessuno di noi è un "santo", tutti o quasi da ragazzi abbiamo "preso in prestito" una bici, nel mio caso per lo più erano Grazielle fuori dalla stazione, che il più delle volte veniva rubata anche a me, insomma una specie di Bike-Sharing gratuito che nel corso degli anni si era diffuso con un buon successo e senza nemmeno troppi screzi tra gli utenti.

A parte gli scherzi, stiamo parlando di Grazielle verniciate, non di Moto da Cross con pedali.

Si se andiamo a vedere le denunce le più rubate sono sempre le Top di gamma e soprattutto le più riconoscibili. E' possibile che mai nessuno ritrova, delle E-Bike nel mio caso, con delle personalizzazioni da paura che si riconoscerebbero lontano un Km?

Si è vero ci sono dei siti dove rintracciare le bici rubate, ma una volta trovata??

In due anni nella nuova sede abbiamo subito 3 furti, ogni volta abbiamo dovuto apportare delle migliorie alla protezione, tra poco avremo costruito un Bunker. Il problema è che costa un Botto avere una struttura che volta dopo volta si perfeziona per resistere al prossimo attacco, "cazzo è un videogioco"? Non ho nessuna intenzione di dormire in Negozio. 

Penso che l'unica soluzione sia di avere una buona assicurazione, senza furbeschi cavilli, metterne più di una in concorrenza, così da poter aver un prezzo accettabile e non rischiare di pagare cifre imbarazzanti.

Quindi non rimane di andare avanti tra denunce ai Carabinieri, che ti chiedono sempre le stesse cose e hanno sempre le stesse reazioni, "ma una bicicletta può costare 7000€? Mi ci compro una Panda nuova...". Fatture da presentare al Perito dell'assicurazione e ascoltare tuttti i clienti che ovviamente hanno mille soluzioni, una meglio dell'altra, con allegati consigli.

Aveva ragione De Andrè...

Andiamo avanti e speriamo bene.